Diario di viaggio Ticino Grand Tour 5° giorno

TICINO GRAND TOUR – Giorno 5 – Diario di viaggio

Partenza dalla spiaggia del Fogador

Arrivo a Vigevano Centrale Idroelettrica Ludovico il Moro – Base Nautica AqQua Canoa & Rafting

Navigato per 57 km

Il racconto di Tiziana del 5° giorno del Ticino Grand Tour – 1° giorno di navigazione

LA PARTENZA

Alle 7 di mattina Fabio, un amico canoista di Alberto atleta e allenatore del Circolo Sestese Canoa Kayak, ci è passato a prendere per darci un passaggio da Sesto Calende alla spiaggia del Fogador da dove partirà la nostra discesa rafting, i nostri piedi e la nostra sveglia lo ringraziano sentitamente!

L’organizzazione di una discesa così articolata in canoa o in rafting non è cosa semplice e per essere totalmente autonomi per tutta la navigazione bisogna organizzarsi. Alberto, infatti, ha dato indicazioni a tutti su cosa preparare e, in collaborazione con Pietro e Marco tecnici di AqQua, ha coordinato la spesa e l’arrivo dell’attrezzatura fluviale al punto di imbarco sul Ticino.

Abbiamo riempito i bidoni stagni con l’abbigliamento normale e fluviale necessario, tende, materassini, cuscini, derrate alimentari fondamentali per la sopravvivenza (nebbiolo e barbera), tanica di acqua, griglia, carbonella, fornellino, caffettiera, frontali, kit pronto soccorso e ovviamente al seguito pagaie e salvagenti … Che meraviglia non avere tutto questo peso sulle spalle!!! Lasciare gli zaini a Marco e Pietro è stata una liberazione!!!

Alberto, Pietro, Marco e Massimo si sono occupati di mettere il gommone in acqua e io e Marina abbiamo portato all’imbarco tutto il carico, eravamo pronti! La nostra discesa rafting del Ticino era iniziata!

LA PARTENZA

La prima parte del fiume Ticino, diversa rispetto al resto del  Ticino, rimane limitata nella portata d’acqua ed interessante da navigare solo in alcuni periodi dell’anno, in questi giorni la discesa in rafting è fattibile essendoci il canale Villoresi ed il Naviglio Grande in secca, Alberto durante il percorso a piedi ha osservato e memorizzato tutte le linee d’acqua possibili da percorrere in rafting per rendere agevole e meno faticosa la navigazione di questa parte di fiume che va dal Panperduto a Turbigo.

Non ci sembra vero di essere arrivati al 5° giorno del nostro Ticino Grand Tour e anche durante la discesa rafting non perdiamo le nostre buone abitudini … Pausa caffè!!! … non più in mezzo ai boschi ma in una bellissima spiaggia deserta appena dopo aver passato il ponte di Oleggio, ci sgranchiamo un pò le gambe, osserviamo l’ambiente circostante e ci rifocilliamo con frutta, biscotti e nutella avanzata dalla nostra colazione mattutina

Nel trekking ognuno può camminare al suo ritmo, avere la sua lunghezza di passo, ma per fare rafting bisogna fare squadra e pagaiare tutti assieme per ottimizzare al massimo la propulsione e ridurre lo sforzo!!! 

Tutti insieme per far scivolare il gommone sull’acqua riducendo gli attriti, sembra facile ma ci vuole sincronia e complicità … ed in questo caso cosa c’è di meglio di mettere marito e moglie come capi voga??? 

Marina e Massimo, grazie alla loro complicità, trovano subito il ritmo giusto così tutto l’equipaggio inizia rapidamente a macinare chilometri!!! 

PRANZO

Pagaiata dopo pagaiata lo stomaco inizia a brontolare e decidiamo di fermarci per il pranzo su una spiaggia prima di Turbigo più o meno alla Roggia del Molino, qualche amante del fiume ha costruito un riparo, che rispettosamente utilizziamo per prepararci una pasta al pesto.

Durante i preparativi del pranzo, Alberto e Massimo, distratti dalle chiacchiere hanno preso dentro la pentola rovesciandola con 1/2 kg di pasta praticamente cotta… Fortunatamente le scorte non mancano, ci scoccia per lo spreco, ma in realtà il Parco del Ticino è così ricco di animali che qualcun altro approfitterò del pranzo oltre a noi e questo ci rincuora!

ALLUNGHIAMO?

Siamo già a 24 km dalla partenza e il nostro gommone scivola rapidamente sul Ticino, tanto che pensiamo di spingere i motori al massimo per arrivare a Vigevano già nella giornata di oggi. Sarà possibile???

Nel tratto di navigazione pomeridiano il nostro “Capitano” ci guida attraverso rapide impetuose!!!

… Be’ forse ho esagerato con la definizione di impetuose, ma quando si attraversano i ponti solitamente ci sono dislivelli più importanti rispetto al corso normale del fiume, i piloni del ponte riducono la larghezza del fiume aumentandone la velocità e formando le cosiddette “morte”, ne deriva che è fondamentale impostare bene la traiettoria del gommone e l’equipaggio deve essere pronto ed efficace nell’eseguire i comandi richiesti dalla guida.

Così facendo attraversiamo il ponte di Turbigo, quello dell’autostrada, quello ferroviario e quello di San Martino di Trecate.

Massimo, attento osservatore, pagaiando ci fa notare che in questo tratto il Ticino non ha più pesci e racconta dei tempi passati dove il fiume “azzurro” ne era davvero molto popolato.

DAI MEANDRI INCASSATI AI RAMI INTRECCIATI

Il tratto del Ticino, che abbiamo percorso in rafting, nel corso del nostro primo giorno di navigazione scorre formando, inizialmente, meandri incassati in gole profonde per poi allargarsi ampiamente formando numerose isole ghiaiose e sabbiose che sono create da rami e canali che si intrecciano cambiandone continuamente la morfologia. Il Ticino è in costante evoluzione.

Ammirando stupiti tali evoluzioni arriviamo a quota 42 km di discesa in rafting!!! … decidiamo quindi di fermarci per fare merenda e con la lucidità degli zuccheri assunti capiamo che possiamo farcela ad arrivare a Vigevano!!!!

Pazzesco!!! Le luci si affievoliscono … il nostro amico sole che ci ha accompagnato per tutta la giornata sta calando e ci regala un tramonto fantastico che contorna il nostro arrivo a Vigevano al 57° chilometro.

Siamo galvanizzati da questa impresa e quando raggiungiamo l’obbiettivo la nostra amica Marta del “Magazzino della Birra” ci ha preparato un bell’aperitivo con le sue fantastiche birre artigianali  e la nostra amica Paola, fotografa professionista, ci scatta qualche bello scatto!

SCOPRI LE ALTRE GIORNATE DEL TICINO GRAND TOUR:

1° Giorno

2° Giorno

3° Giorno

4° Giorno

6° Giorno

7° Giorno